giovedì 25 febbraio 2016

Crostata vegan: un dolce risveglio per iniziare la giornata con energia

Cari tutti, guardo la data dell'ultimo post e di nuovo mi rendo conto che da troppo tempo trascuro questo mio rifugio di pensieri e ricette. Per me è un lungo periodo di riflessione professionale, di bilanci e di scelte che si devono compiere. Mi muovo tra emozioni altalenati: la tentazione di perseverare sulla strada intrapresa per inseguire il mio primo sogno, nonostante la fatica, i costi, e le tante delusioni, o scegliere una nuova via per la felicità. Così le mie giornate si rincorrono cercando di rispettare gli imegni già presi e portarli avanti con l'entusiasmo di sempre e la forte sensazione dentro di me che da questa gabbia devo uscire, devo trovare me stessa.
Ieri sera ho pensato che niente poteva essere meglio che fermarsi a riflettere davanti ad una buona tazza di caffè macchiato con latte di mandorla (connubio meraviglioso che mi riporta al sapore delle granite siciliane caffe e mandorla, ma in una versione calda e invernale del tutto avvolgente) e una fragrante fetta di crostata all'albicocca. Così mano alle pentole e in pochi minuti la torta cuoceva nel forno.
Forse ieri sera non ho ancora trovato risposta a tutte le domande che ci sono dentro di me.... ma per una volta ho preparato un dolce per me, e addentarlo ha avuto un gusto speciale.


Ingredienti

150 gr zucchero integrale di canna
200 gr farina tipo 2
150 gr amido di mais
1 vasetto di yogurt di soia
50 ml olio di semi di girasole
1 tazzina da caffè di marsale (o altro vino liquoroso a scelta)
1/2 cucchiaino di bicarconato ( o 1 cucchiaino di liveito per dolci)
1/2 cucchiaino di cannella in polvere (facoltativo)
1 barattolo di marmellata di albicocche biologica (o altra marmellata di vostro gusto)

Nella planetaria o in una capiente ciotola se volete impastare a mano, verate tutti gli ingredienti secchi, quindi aggiungete lo yogurt, l'olio, e il marsala. impastate velocemente fino ad ottenere una frolla compatta ed elastica. Formate una palla, mettetela in un piatto, copritela con pellicola trasparente e lasciate riposare circa 30 minuti in frigo.
Riprendete la pasta dividetela in due parti: una grande circa 2/3 e l'altra 1/3 dell'impasto. Stendete la metà più grande della pasta e usatela per foderare una tortiera da frostata del diametro di 21 cm.


Coprite la pasta con uno strato uniforme di marmellata. 


Con l'impasto rimanente realizzate dei piccoli cordoncini che potete utilizzare per fare la classica decorazione a scacchiera.


Cuocete in forno gia caldo alla temepreatura di 175/180 gradi per 25-30 minuti. La presenza della farina di tipo 2 e lo zucchero integrale di canna danno all'impasto un colore più scuro della normale frolla. non lasciatevi ingannare e lasciate che la crostata diventi dorata prima di sfornarla.