venerdì 25 aprile 2014

Schiacciatine salvia patate e cipolle, quando la televisione diventa ispirazione

Lo scorso fine settimana in uno spento pomeriggio di Pasquetta eravamo a casa di mia sorella e verso sera abbiamo acceso la televisione e mio cognato mi ha fatto scoprire un programma del Gambero Rosso che non conoscevo: Giorgione, orto e cucina. Già il titolo è molto simpatico ma ancora più simpatico è il protagonista di questo programma: un corpulento signore che si muove fra orto e cucina per preparare ricette semplici e super ricche di sapori e profumi.... insomma una trasmissione che fa venire fame solo ad accendere la televisione. Nella puntata che stavamo guardando Giorgione ha preparato un antipasto di salvia fritta (.... che bona!!!) e una zappetta di orzo e farro con bietole e cicoria.... che dire io e mia sorella ci siamo guardate e in meno di niente eravamo in cucina a preparare la nostra versione del menu. Queste schiacciatine sono un'alternativa alla salvia fritta... più nutrienti e adatte anche come un secondo sfizioso sono state divorate da grandi e piccini, il profumo della salvia unito alla cipolla rosolata.... insomma una golosa meraviglia.

                                     


Ingredienti

6 patate
2 cipolle piccole
un mazzetto di foglie di salvia
olio evo
sale
pepe a piacere


Pelare le patate, tagliarle a tocchetti e cuocerle nel forno a microonde per circa 10 minuti (o secondo le istruzioni del vostro forno) fino a quando saranno tenere. nel frattempo pulite le cipolle tagliatele a pezzettini piccoli e fatele rosolare con un cucchiaio di olio evo fino a quando saranno dorate e morbide.  Lavate la salvia e riducetela in striscioline piccole. Unite le patate schiacciate grossolanamente con la forchetta, la cipolla, la salvia, e regolate di sale. 





Con il composto formate delle polpette schiacciate, pressate bene per compattare gli ingredienti.  Scaldare un padella antiaderente e versate un cucchiaio scarso di olio evo, rosolate le schiacciatine su entrambi i lati. Servite calde.... le nostre sono finite in un baleno! ricetta Giorgione inspired, un vero successo!!!!









giovedì 24 aprile 2014

Bocconcini di soia croccanti con zucchine saltate al basilico

Eccomi di nuovo qui con un piatto super veloce ma ricco di spezie e colori che lo rendono perfetto per queste serate di primavera. Come sapete la soia è uno degli alimenti che una volta conosciuto non ho più abbandonato, ammetto che mi piace proprio tanto. Mi piacciono i fagioli di soia semplicemente passati in padella o nelle minestre così come mi piace il tofu, il granulato di soia o i bocconcini da cucinare in mille modi. Questa volta ho provato a rendere i bocconcini croccanti e... l'esperimento non solo è riuscito ma è buonissimo!!!





Ingredienti per 2 persone

50 gr di bocconcini di soia
un pezzo di radice di zenzero da grattugiare,
2 spicchi di aglio, più 1 per le zucchine
1 cucchiaino colmo di curry
1 cucchiaino colmo di paprica
2 cucchiai di arachidi sgusciate
olio evo
4 zucchine medie
qualche foglia di basilico
sale e pepe
50 ml latte di soia

Fate rinvenire i bocconcini di soia cuocendoli in un pentolino con acqua bollente a cui avrete aggiunto il latte di soia, ci vorrà circa 10 minuti. Scolare bene i bocconcini di soia, strizzarli tra le mani in modo che perdano l'acqua in eccesso, e metterli ad asciugare su un canovaccio coperti da carta assorbente in modo che risultino ben asciutti. In una ciotola mischiare il curry, la parica,  l'aglio ridotto a rondelle, lo zenzero grattugiato. Aggiungere i bocconcini di soia e mischiare bene con le mani in modo da avvolgere molto ben i bocconcini nel mix di spezie. Coprite e lasciate riposare il tempo necessario per lavare, spuntare le zucchine, grattuggiarle a julienne. In una padella abbastanza capiente scaldare 2 cucchiai di olio evo, aggiungere l'aglio e cuocere le zucchine a fuoco vivace, devono dorarsi pur rimanendo croccanti (bastano pochi minuti, altrimenti tagliate così sottili rischiano di disfarsi) aggiungete il basico tritato e tenere in caldo. In una seconda padella abbastanza grande scaldate un velo di olio evo e cuocete i bocconcini a fiamma vivace facendo attenzione a dorare bene i bocconcini su entrambi i lati. Devono risultare dorati e croccanti, aggiungete le arachidi e saltate tutti insieme per qualche minuto. In un piatto da portata fate un letto di zucchine, coprite con i bocconcini croccanti.





martedì 22 aprile 2014

Golosotti cocco e ricotta: la ricetta del cuore

Oggi vi propongo la ricetta più dolce della mia Pasqua, interamente realizzata da mio figlio. Sua la ricetta, imparata a scuola, sua la realizzazione e ciascuna di queste palline candide per me rappresenta il dolce più bello e buono del mondo. Niente è più bello che vedere il suo visetto concentrato mentre mi spiega cosa dobbiamo fare e affonda le sue manine morbide nell'impasto... queste morbide dolcezze sono il risultato di un pomeriggio di festa meraviglioso.
La ricetta è molto semplice e credo che molti di voi la conosceranno se non ci avevate ancora pensato però... tenete presente che un dolce ideale da preparare con i vostri bimbi, il risultato super goloso è garantito!


Ingredienti:

250 gr ricotta
250 gr cocco rapè
50 gr di zucchero di canna chiaro
zuccherini colorati per decorare (vanno bene anche codeste di cioccolato oppure semplice cacao amaro che contrasta un po' il dolce del cocco)
pirottini di carta  per riporre i vostri dolcetti.

In una ciotola capiente amalgamate il cocco, la ricotta e lo zucchero fino ad ottenere un impasto omogeneo (assaggiate, a nostro gusto 50 gr di zucchero sono sufficienti ma voi potete aumentare se ritenete opportuno). 


A questo punto versate gli zuccherini colorati su un piatto, cominciate a realizzare delle palline grandi come noci con l'impatto e poi rotolatele negli zuccherini. 


Sistemate ciascun dolcetto in un piroettino di carta e conservate in frigo fino al momento di servire in tavola. 
Questi dolcetti sono davvero buoni, veloci da fare e facili da conservare e  trasportare. Insomma sono perfetti per le feste dei vostri bimbi ma anche per un attimo di infinita dolcezza per noi adulti. Se poi ne ricevete uno dalle manine di vostro figlio... bè lìimmensa dolcezza è granita.







lunedì 21 aprile 2014

Quasi biscotti avena, banana, frutta secca e cioccolato: il pieno di energia senza zuccheri aggiunti

Durante le feste, si sa, i nostri pasti sono decisamente più ricchi del normale. Eccovi una ricettiva veloce veloce per prepararvi una colazione che vi permetterà di fare il pieno di energia ma  senza aggiungere zuccheri o grassi animali... per bilanciare un po' la nostra alimentazione. A dire il vero io ho scoperto questa ricetta da poco tempo. Avevo letto in rete una versione di questi "biscotti"  un po' più essenziale prevedeva solo avena, banana e poche uvette... io l'ho trasformata un po' e resa decisamente più ricca pensando che al mattino possiamo permetterci di fare il carico di energia. Vi assicuro che il risultato è davvero davvero eccezionale. La banana non invade affatto con il suo sapore ma la sua dolcezza rende davvero non necessaria la presenza dello zucchero. Che posso dirvi... solo che da quando li ho provati sono diventati la mia colazione preferita!


Ingredienti

50 gr di fiocchi d'avena (senza zucchero)
50 gr di riso e avena soffiati
1 banana matura
2 cucchiai di uva passa
2 cucchiai di gocce di cioccolato fondente (senza latte e derivati)
2 cucchiai di mandorle
2 cucchiai di nocciole.

La preparazione è molto semplice. Schiacciare la banana con una forchetta fino a renderla cremosa. Aggiungere tutti gli altri ingredienti e amalgamare bene.
















Otterrete un impasto un po' colloso che non rimane perfettamente compatto.
















Non vi preoccupate. Foderate la placca del forno con carta da forno e disponete il composto a mucchietti  ben distanziati tra loro.



Cuocete in forno caldo a 180 gradi per venti minuti in modo che si asciughino abbastanza. Vedrete uno tira l'altro.... e non riuscirete più a stare senza.








venerdì 18 aprile 2014

Muffin cioccolatosi profumati al cocco

Eccomi con una ricetta super veloce, nata qualche sera fa quando il mio bimbo doveva preparare una merenda al sacco da portarsi dietro per la gita con la sua classe... ovviamente ci voleva un dolcino! Che fare: torta, biscotti... perché no dei pratici muffin? veloci da realizzare e già divisi in mini porzioni. Eccovi la ricetta per otto porzioni. In 10 minuti sono pronti da infornare e la colazione, la merenda o il vostro goloso spuntino è pronto da addentare!





Ingredienti

6 cucchiai colmi di zucchero integrale di canna (il risultato così è poco dolce se preferite che i muffin siano dolci aumentate lo zucchero)
13 cucchiai colmi di farina 0
3 cucchiai di cacao amaro 
50 gr di cioccolato fondente ridotto in piccole scaglie
1 uovo
200 ml di panna di cocco
latte riso quanto basta
mezza bustina di lievito in polvere per dolci

In una ciotola setacciare la farina e il cacao aggiungere tutti gli altri ingredienti secchi (con esclusione delle scaglie di cioccolato fondente) e mescolare bene. In una seconda ciotola sbattere l'uovo con la panna di cocco. Aggiungere il composto nella ciotola delle farine e amalgamare il tutto, se necessario aggiungere qualche cucchiaio di latte di riso (o altro latte a vostra scelta). L'impasto deve risultare morbido ma non liquido. 


Con questa dose si riempie bene uno stampo da 8 muffin medi. Versate il composto nello stampo guarnite ciascun muffin con abbondante cioccolato in scaglie e cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 20 minuti. 



Trascorso questo tempo fate la prova stecchino  per verificare la  cottura. Sfornare, lasciar raffreddare completamente.



mercoledì 16 aprile 2014

Lupini, zucchine e basilico: le vegan polpette di primavera... una scoperta irresistibile!

Sono mesi che voglio provare ad utilizzare i lupini per una qualche preparazione, da cioè quando la mia amica Erica de La Cuocherellona con le sue idee stuzzicanti mi ha messo in testa che dovevo provare questo ingrediente magico...... A dire il vero per me i lupini erano finora collegati solo allo sfortunato affare dei lupini di cui Verga racconta ne I Malavoglia, sapevo che potevano essere uno snack gustoso ma ammetto di averli comprati forse solo una volta nella mia vita! Così finalmente mi sono decisa  e curiosando in giro per la rete ho scoperto che sono molto usati nelle ricette vegane o vegetariane. Come primo tentativo, anche per proporre la ricetta a tutta la famiglia e evitare che mio figlio la scartasse a priori ho pensato a delle polpette...magari con le zucchine che sono le verdure che mio figlio ama di più. Quindi ispirando mi alla ricetta di quandovegteloaspetti ho finalmente provato a trasformare i lupini! che dire... una meravigliosa scoperta, il loro gusto è particolare ma delicato, non copre gli altri sapore ma li arricchisce. la consistenza è vellutata ma ricca. Insomma una vera goduria ad ogni morso!

Ingredienti

100 gr di lupini sbucciati
300 gr zucchine tagliate a cubetti
10 foglie di basilico
3 cucchiai di farina di ceci
pangrattato mischiato a 1 cucchiaino di semi di sesamo per impanare
1 spicchio di aglio
olio evo

In una padellino scaldate  un pochino di olio evo con l'aglio, aggiungete le zucchine e fate cuocere a fuoco medio fino a quando saranno terne e ben rosolate.
Nel boccale del frullatore ad immersione, riducete  i lupini a crema. 















Unite le zucchine, il basilico e frullate fino ad avere un composto omogeneo e liscio. 
Io non ho aggiunto sale perché i lupini sono già piuttosto sapidi, assaggiate il composto pira di salare.








Unite la farina di ceci. 





Aiutandovi con un cucchiaio realizzate delle polpettine schiacciate che passerete nel pangrattato mischiato ai semi di sesamo. 
Ungere leggermente una pentola antiaderente e cuocere le polpette fino a quando non saranno ben dorate su entrambi i lati.





sabato 12 aprile 2014

il mio salva-cena: farro allo zenzero con curry di verdure

Capita a tutti di avere poco tempo e dover mettere in tavola un piatto equilibrato, saporito e possibilmente non noioso. Ecco questa è una delle mie ricette salva-cena, la uso sovente se mi capita di avere a cena la mia dolce sorellina vegana perché è adatta al suo regime alimentare ma piace a tutti, è veloce, saporita e mi permette di risolvere la cena con un piatto unico, seguita da una bella macedonia e preceduta da un antipasto di olive varie, pomodori secchi sottolio e qualche crostino permette di avere una cena pronta senza nessuna difficoltà. In questa ricetta ho usato verdura surgelata, quella per il minestrone. Solitamente preferisco usare verdura fresca e di stagione ma a estremi mali.... estremi rimedi. 

Ingredienti per 6 persone

1 busta da 1kg di verdure miste per minestrone
100 gr di lenticchie rosse secche decorticate (non hanno bisogno di nessun tipo di ammollo)
50 gr di fagioli dall'occhio (anche questi non hanno bisogno di ammollo preventivo)
1 piccolo cipolloto
1 carota piccola
i gambo di sedano
1 cucchiaio di pasta di curry rosso indiano (io la compro nei negozi etnici della mia città)
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
300 gr di farro
1 pezzetto di radice di zenzero
qualche foglia di prezzemolo
olio evo
sale

Ridurre il cipollotto, la carota e il gambo di sedano ad un battuto fine, fare soffriggere in una pentola con i bordi alti con 2 cucchiai d'olio evo. Aggiungere le verdure ancora surgelate, le lenticchie, e i fagioli. Lasciate insaporire per qualche minuto, aggiungere 2 bicchieri di acqua, coprire e lasciate cuocere per circa 40 minuti. Nel frattempo sciacquate bene il farro e lessatelo in acqua salata, dovrà cuocere circa 30-35 minuti. Quando la verdura sarà tenera, aggiungete il concentrato di pomodoro sciolto in una tazzina di acqua tiepida, Regolate di sale se necessario e poi unite un cucchiaio di pasta di curry (a me piace che il profumo e sapore del curry sia intenso quindi ne mette o un bel cucchiaio colmo, regolatevi secondo i vostri gusti personali). Proseguite la cottura ancora circa 5 minuti poi spegnete il fuoco e tenete in caldo.
Scolate il farro, conditelo con un filo di olio evo, una abbondante grattugiata di zenzero fresco e prezzemolo tritato fine.
Servire il farro accompagnato dalle verdure.





mercoledì 9 aprile 2014

Barbe di frate saltate in padella con uovo. un secondo della primavera

Finalmente la primavera è iniziata davvero, andare al mercato è avvolgersi in una sinfonia di colori e profumi che ti salutano e ti annunciano che la natura ha ricominciato a fiorire. Sabato non ho resistito alla vista di una bella cassetta di barbe di frate e ne ho comprate un po'. Sono un ortaggio decisamente caro, ma se sono fresche rendono moltissimo perché non si butta via quasi nulla quindi una bella manciata basta per preparare questo secondo veloce, buonissimo e bello da vedere.

Ingredienti per 4 persone

1 mazzetto di barbe di frate
80 gr di speck in una sola fetta
4 cucchiai di passata di pomodoro (io ho usato passata casalinga già condita con olio evo e basilico)
4 uova
1 spicchio di aglio
olio evo
sale e pepe

Lavate le barbe di frate e lessatele per circa 10 minuti in acqua salata. Nel frattempo in una padella fate dorare lo spicchio di aglio con  1 cucchiaio di olio evo, aggiungete lo speck ridotto a cubetti e lasciate cuocere fino a quando avrà rilasciato tutto il suo grasso. Togliete il grasso in eccesso e aggiungete le barbe di frate appena lessate. Saltate in padella per qualche minuto perchè i sapori si amalgamino bene. 

Utilizzate quattro piccole terrine adatte alla cottura in forno. Dividete le barbe di frate in 4 porzioni. Aggiungete 1 cucchiaio di pomodoro al centro di ogni terrina, e fateci scivolare sopra l'uovo crudo. 
Cuocere in forno caldo a 200 gradi per 5-8 minuti.



Controllate durante la cottura, il rosso dell'uovo deve rimanere morbido. Regolate di sale e pepe.... e se vi piace completate con una spolverata di pecorino o di parmigiano... oppure come me di granella di mandorle.