venerdì 20 settembre 2013

La ciambella al pomodoro: un modo diverso di dire pizza

L'altro giorno avevo proprio voglia di pizza rossa, sapete quella morbida ricca di sugo che si trova in panetteria. Quella che sei certo che in parte finirà sui tuoi vestiti e che lascerà le tue mani irrimediabilmente unte. Allo stesso tempo però volevo fare il pane. Così è nata questa ciambella arrotolata farcita con sugo di pomodoro e origano. Fragrante profumata, ottima da sola, meravigliosa per accompagnare salumi, formaggi o un bel piatto di verdure cotte o crude.



Ingredienti

100 gr farina di farro integrale
50 grammi farina di segale
50 gr farina di semi di lino
300 gr di semola rimacinata
1cubetto di lievito di birra
1 cucchiaio di malto d'orzo
2 cucchiaini di sale
290 ml acqua tiepida
400 ml di  conserva di pomodoro (io fatta in casa)
aglio, carota , sedano
origano
qualche oliva taggiasca
olio evo

Preparare il sugo mettendo la conserva di pomodoro ad insaporirsi in un pentolino con 2 cucchiai di olio uno spicchio di aglio, un pezzetto di carota, e uno di sedano. Cuocere per circa un quarto d'ora e lasciare raffreddare.
In una ciotola o nella planetaria versare le farine, aggiungere il sale (in un angolo). Nell'acqua tiepida sciogliere lo lievito di birra e il malto d'orzo. Aggiungere l'acqua alla farina ed impastare fino ad ottenere una pasta liscia. Lasciare lievitare coperta da un piatto o pellicola per alimenti per almeno 3 ore. 
Riprendere la pasta lavorarla per sgonfiarla e stenderla in un rettangolo sottile. Distribuite sulla pasta il sugo di pomodoro e spolverate con origano a piacere.



Arrotolate la pasta su se stessa fino ad ottenere una sorta di salame. Ungete bene di olio evo una tortiera a ciambella e distribuite sul fondo qualche oliva taggiasca. Sistemate il salame di pasta nella tortiera.


Lasciate lievitare la ciambella coperta per circa 30 minuti. Cuocere in forno caldo a 200 gradi per circa 35- 40 minuti. Oltre ad essere bella dorata in superficie deve cuocere bene dentro dove l'impasto rimane bagnato dal sugo. Sfornare, lasciare intiepidire un po' e poi capovolgere su di un piatto. Servire tiepida o a temperatura.


mercoledì 18 settembre 2013

Pancakes salati da mangiare come vuoi

Una cosa che mi è sempre piaciuta della colazione americana sono i pancakes, mi piacciono per la loro consistenza spugnosetta, per il loro sapore poco dolce e perché sono buoni con tutto.
Avevo già provato a farne una versione salata che alla fine un pò ricordava il pane spugnoso che ho postato all'inizio di questa mia avventura anche se avevo usato farine diverse e ovviamente non lo lievito di birra. Ieri sera avevo voglia di qualcosa di buono, da mangiare con le mani, che fosse divertente per il mio bimbo e che si potesse accompagnare bene  con una fresca insalata di pomodori per me e con dell' ottimo prosciutto crudo e formaggi per mio marito... così ho pensato, mescolato e pasticciato, fino ad ottenere questi piccoli pancakes alle zucchine: buoni sfiziosi e leggeri.



Ingredienti

2 zucchine medie belle sode
1 spicchio di aglio
1 uovo intero
60 gr di farina di ceci
60 gr di farina integrale
1/2 cucchiaino di bicarbonato
50 ml di latte (io latte di soia)
sale
olio evo

Per prima cosa lavate e spuntate le zucchine, grattuggiatele con una grattuggia a fori larghi ( a grosse scaglie insomma). Saltatele velocemente in padella con un filo di olio evo e uno spicchio di aglio. 
Lasciate raffreddare. nel frattempo, in una ciotola capiente sbattete leggermente l'uovo aggiungete le due farine, il bicarbonato e un pizzico di sale. Versate a filo il latte, dovete ottenere una pastella liscia e densa che ben si possa prendere a cucchiaiate. Aggiungete le zucchine fredde e mescolate bene il composto. Prendete una padella antiaderente ungetela leggermente con un filo di olio evo (proprio pochissimo), scaldate la padella e cuocete il composto dei pancakes versandolo a cucchiaiate. Io ho voluto pepararli piccoli perchè mi sembravano più carini ma potete regolarvi con la grandezza che desiderate. Cuocete su un lato fino a quando sulla superficie non si formeranno delle bollicine, girare e finire di cuocere sull'altro lato. Servire caldi da soli o accompagnati con ciò che più vi piace: una semplice insalata, un tagliere di affettati o di formaggi, pomodori confit, una salsina di pomodoro molto spezzata.... insomma largo alla vostra fantasia.
Diverse ricette dei pancake non usano l'uovo intero come ho fatto io ma separano tuorli e albumi e aggiungono questi ultimi montati a neve. Il risultato è un pancake un pò più gonfio. Provate la versione che preferite.



lunedì 16 settembre 2013

Biscotti farina di riso, crusca d'avena e nocciole: la colazione di questa settimana


Niente mi piace al mattino come incominciare la giornata con una enorme tazza di caffè e un paio di biscotti fatti in casa. Ammetto che per me è sempre il momento giusto per mangiare un biscotto: sono felice, mangio un biscotto! sono triste, mangio un biscotto! devo festeggiare qualcosa, mangio un biscotto! Insomma c'è sempre nelle mie giornate un valido motivo per concedermi una dolce tentazione. Se poi si tratta di biscotti fatti in casa, bè trattenermi è davvero difficile! 
Questa settimana la mia ricerca verso la ricetta perfetta dei biscotti rustici per la colazione mi ha portato a queste piccole delizie tonde. L'impasto è rustico, saporito e non troppo dolce. La marmellata in parziale sostituzione dello zucchero completa i sapori.  Nati per la mia prima colazione, a cena abbiamo scoperto essere perfetti inzuppati nel vino come piccolo dessert.   



Ingredienti

100 gr farina di riso
100 gr crusca d'avena
100 gr nocciole 
50 gr semola rimacinata
1 bustina di lievito per dolci
30 gr zucchero di canna
1 cucchiaio di malto d'orzo
2 cucchiai di marmellata di fichi
2 cucchiai di yogurt  (io di soia)
zucchero di canna pee guarnire

Nel mixer frullare le nocciole fino a ridurle in farina, aggiungere la farina di riso, la crusca, la semola, lo lievito, e lo zucchero. Mischiare gli ingredienti. A questo punto aggiungere il malto d'orzo, la marmellata e lo yogurt. Mescolare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e abbastanza morbido. Far riposare l'impasto in frigo per circa 30 minuti. Impastare velocemente la pasta (sarà leggermente appiccicosa, aiutatevi con un pò di farina) formate delle palline grandi quanto una noce, schiacciatele leggermente e passatele nello zucchero di canna.



Infornate i biscotti in forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. i biscotti devono essere belli dorati e asciutti altrimenti l'impasto ricco di nocciole risulta un po' nauseante a mio parere.







domenica 15 settembre 2013

La colazione della domenica: croissant di farina integrale di avena, riso e confettura di fichi

Da quando qualche giorno fa ho letto la ricetta dei croissant al cocco pubblicata dalla bravissima Erica di La Cuocherellona... il pensiero è stato fisso. Questa domenica dovevo avere i miei croissant. Ieri però non ho avuto tempo di andare a cercare il burro di cocco previsto in questa ricetta e quindi ho posticipato la prova e optato per una mia versione.... in attesa di riuscire a provare quella meravigliosa proposta da Erica.
La mia scelta di utilizzare farina integrale di avena è il motivo per cui l'impasto, per quanto soffice non risulti troppo lievitato. Questa farina infatti lievita meno delle altre, sopratutto se è ricava da avena tostata. Il risultato comunque mi è piaciuto molto, i croissant sono morbidi e dalla consistenza rustica, il ripieno dolcissimo dei fichi è moderato dalla pasta semidolce. Insomma  non è la ricetta che volevo provare ma sono davvero soddisfatta della mia colazione.


Ingredineti

150 gr farina integrale di avena
50 gr farina di riso
200 gr semola di grano duro
70 gr zucchero di canna
1 cucchiaio di malto d'orzo
35 gr di lievito madre disidratato
180 ml di latte di avena
1 pizzico di sale
50 gr di margarina senza grassi idrogenati (io fatta in casa) per sfogliare

Marmellata di fichi per farcire

Preparare l'impasto a mano o in una planetaria se l'avete, in una capiente ciotola versare le farine, lo zucchero, il malto d'orzo, lo lievito madre e il sale (facendo attenzione a mettere sale e lievito lontani). Aggiungere piano piano il latte d'avena e impastare fino ad ottenere un impasto elastico. Coprire e lasciare lievitare almeno 3 ore. Vi accorgerete che rispetto ad altri impasti non gonfia moltissimo. Ma otterrete un impasto leggero e facile da lavorare. Trascorso questo tempo stendere l'impasto in un grande rettangolo, ridurre la margarina a fiocchetti (la mia è morbida e si prende con il cucchiaino) e cospargere  con questi i 2/3 della pasta. Piegare il lembo di pasta rimasto senza margarina sulla parte centrale della pasta e chiudere a libro piegando il terzo lembo di pasta. A questo punto spianare con il mattarello la pasta e ripetere le pieghe.
Coprire la pasta con pellicola e lasciare riposare in frigo per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo stendere la pasta sulla spianatoia in un ampio rettangolo (lo spessore deve essere 4-5 mm). Tagliare la pasta in triangoli, farcire il centro di ciascun triangolo con un cucchiaino colmo di marmellata di fichi. Arrotolare la pasta partendo dalla base del triangolo, piegare gli angoli dando la tradizionale forma del croissant. Con un pennello bagnate la superficie dei croissant con latte d'avena e spolverare di zucchero di canna.
Infornare in forno caldo a 200 gradi per circa 20 minuti, la superficie deve risultare ben dorata. Servire tiepidi o freddi con un caffè fumante e la mattina comincerà a sorridervi!





venerdì 13 settembre 2013

Pomodori di fine estate: le ricette con il sapore di casa

Quanto sono buoni i pomodori di fine estate??? Quelli che arrivano al mercato belli maturi, rossi rossi, e profumati di sole. Tutte le volte che ne mangio uno penso che presto arriveranno i mesi in cui queste rosse prelibatezze non ci saranno a rallegrare la nostra tavola. Allora, fin che ci sono, ne approfitto per mangiarli in mille versioni. Questa di oggi è una ricetta di casa. Da sempre mia mamma prepara i pomodori al forno, da molto prima che andassero di moda i pomodori confit, con una ricetta molto semplice ma era un piatto sempre accolto con gioia e mangiato con gusto. La mia versione è leggermente diversa ma rimane un piatto semplicissimo, veloce, e buono.



Ingredienti

20 pomodori picadilly maturi
6 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio di  di crema di capperi (preparata in casa frullando capperi sotto sale con un filo di olio evo, si conserva in frigo in barattoli coperti con un filo di olio)
1 cucchiaio di crema di acciughe ( preparata in casa frullando acciughe sottolio, si conserva in frigo in barattoli coperti con un filo di olio)
origano 
olio evo

Lavare i pomodori e tagliarli a metà. Disporli in una pirofila rettangolare in un solo strato.


In una scodella mischiare bene il pangrattato con la crema di capperi e quella di acciughe, mischiare fino ad ottenere un mix senza grumi e in cui le due creme siano ben assorbite dal pangrattato. Spolverare i pomodori abbondantemente con questo composto. Condire i pomodori con un filo d'olio evo e con l'origano ( non è necessaria l'aggiunta di sale perchè il mix di pangrattato è molto saporito).


Infornare in forno già caldo a 200 gradi per circa 20 minuti, il pangrattato deve dorare bene e i pomodori devono appassire. Servire caldo o tiepido. Può essere un ottimo contorno o un antipasto.... per me anche un piatto unico perchè sono capace di mangiare l'intera teglia! :)


martedì 10 settembre 2013

Muffin con cuore di lamponi e cioccolato bianco: la colazione che ti fa cominciare la giornata con il sorriso

La fine dell'estate  fa venire una gran voglia di dormire. Cominciare la giornata è sempre faticoso, ma gli impegni  riprendono sempre più frenetici e bisogna ritrovare il giusto ritmo. Trovare una golosa coccola sul tavolo della prima colazione aiuta a partire con la giusta energia. 
Ecco come nasce l'idea di questi piccoli dolcetti, dal desiderio di iniziare la giornata con una dolce coccola. Ho scelto un impasto leggero senza latticini e reso morbido dallo yogurt di soia che non amo affatto mangiato da solo che trovo eccezionale nella preparazione dei dolci che risultano morbidi e friabili.
L'impasto appena profumato di vaniglia si arricchisce di una noce di marmellata e una perla di cioccolato bianco.
La prova è piaciuta..... così tanto piaciuta che queste piccole golosità sono finite in un baleno.



Ingredienti per circa 14 muffin:

125 gr yogurt di soia alla vaniglia
80 gr farina 0
50 gr fecola di patate
60 gr zucchero
50 gr miele di acacia
1 uovo
1 bustina di lievito 
Confettura di lamponi
30 gr di cioccolato bianco a quadratini

Procedere alla preparazione dei muffin: in una ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi: farina, fecola, zucchero e lievito. In una seconda ciotola amalgamare bene lo yogurt, il miele e l'uovo. Versare i liquidi nelle farine e mescolare bene, fino ad ottenere un composto ben amalgamato.
Versare un cucchiaio di composto in ogni pirottino, aggiungere un cucchiaino colmo di marmellata e un quadretto di cioccolato bianco. Chiudere con un secondo cucchiaio di impasto dei muffin.
Cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. Vale la prova stecchino, devono leggermente dorare in superficie. Lasciare raffreddare e servire.














lunedì 9 settembre 2013

Le mille forme dell'amore: biscotti con crusca di avena nocciole e uvetta


In una domenica pomeriggio di fine estate, una leggera influenza impedisce al tuo bimbo di stare fuori.  Quale passatempo migliore che impastare e creare con l'impasto dei biscotti. Ero partita con l'idea di preparare una scorta di biscotti senza latticini per la colazione (sopratutto la mia!), ma poi il mio piccolo aiutante ha preso il sopravvento. 
Così nascono questi croccanti e deliziosi bastoncini. La forma, inconsueta e irregolare, è quella scelta da mio figlio che guardandomi con i suoi occhioni mi ha detto faccio io una bella forma a bastoncino..... eccoli quindi, le mille forme dell'amore: uno diverso dall'altro fragranti e croccanti biscotti profumati di nocciola del Piemonte e ricchi di uvette. 


Ingredienti

150 gr semola di grano duro
150 gr cruscad'avena
100 gr di nocciole Piemonte
50 gr noci brasiliane
50 gr uvetta 
100 gr zucchero di canna
2 uova
1/2 cucchiaino bicarbonato
zucchero a velo per decorare a piacere

Ridurre le noci brasiliane in briciole grossolane, unirle alla farina integrale, alla crusca, al bicarbonato, e allo zucchero. Versare il tutto su una spianatoia, formando una fontana. Fare un buco al centro della fontana (come quando si procede alla preparazione della pasta frolla). Nel mixer frullare a lungo le nocciole del Piemonte fino ad ottenere una pasta liscia, quasi spalmabile. Aggiungere l'impasto di nocciole al centro delle farine insieme alle uova, e all'uvetta, lavorare velocemente l'impasto fino ad ottenere una pasta compatta. Avvolgere nella pellicola e lasciar riposare circa 30 minuti in forno. 
Togliere la pasta dal frigo e preparare i biscotti. La mia idea iniziale era di preparare dei biscotti rotondi stendendo la pasta e usando un coppapasta. Mio figlio invece ha preferito fare dei lunghi salsiccioti di impasto e poi schiacciarli in modo irregolare. Devo dire che per questo tipo d'impasto questa forma a bastoncino si è rivelata adatta, perfetta per l'inzuppo!
Cuocere i biscotti in forno già caldo a 180 gradi per circa 15 minuti. Devono colorirsi ma non troppo altrimenti l'impasto risulta eccessivamente duro. Si tratta di biscotti secchi perfetti per la prima colazione o per un momento di pausa durante la giornata. 


Il loro sapore è intenso e profumato e la loro consistenza rustica a causa della presenza della crusca d'avena.  




sabato 7 settembre 2013

Melanzane e peperoni ripieni

Le verdure ripiene sono un piatto invitante e goloso in tutte le loro versioni. Questa volta le ho preparate partendo da un ragu veloce di soia, chi ormai mi conosce sa che questo è un dei prodotti usati nella cucina vegetariana e vegana che è entrato a far parte della mia dispensa perché lo trovo davvero buono e adatto a tante sfiziose preparazioni. Ho inoltre scelto di lasciare le verdure crude prima del passaggio in forno. Questo riduce un pò i tempi di preparazione ma aumenta leggermente il tempo di cottura in forno per evitare che le verdure risultino acquose.
Piatto perfetto per i vegani ma dal sapore ricco, goloso e leggero anche per tutti coloro che hanno voglia di sperimentare.









Ingredienti per 4 persone

2 melanzane viola lunghe fresche
2 peperoni grandi e sodi
150 gr granulato di soia
2 carote
1/2 cipolla
1 gambo di sedano
500 gr passata di pomodoro
2 spicchi di aglio
qualche foglia di basilico
olio evo
sale
peperoncino e paprica a piacere


Per prima cosa lavate bene le melanzane e i peperoni. Riducete le prime a piccole barchette e svuotatele della polpa che terrete da parte per preparare il ripieno. Pulire i peperoni e a seconda delle loro dimensioni tagliarli in  4 barchette o più.
Preparate il granulato di soia.  Riempite un pentolino di acqua, versare il granulato di soia e lasciate bollire per circa 10 minuti. Il granulato raddoppia il suo volume e, una volta scolato, è pronto per essere usato.  
Tagliare la polpa della melanzana a piccoli cubetti. In una larga padella versare 3 cucchiai di olio evo, fa rosolare i due spicchi di aglio. Aggiungere le melanzane e cubetti e far rosolare bene. A questo punto unire il granulato di soia e lasciare insaporire il tutto a fuoco vivo. Aggiungere la passata di pomodoro, il basilico e lasciar cuocere fino a quando il sugo non si sarà asciugato. Regolare di sale, a piacere aggiungere un pizzico di peperoncino e di paprica ( a me piace anche con curcuma o curry).



Riempire le barchette di melanzana e di peperone con il ripieno preparato, cospargere di pangrattato, un filo di olio evo e infornare in forno già caldo a 200 gradi per circa un'ora.



Le verdure dovranno risultare ben dorate e asciutte.



giovedì 5 settembre 2013

Barrette super golose... quando la gola cede alle tentazioni

Ci sono dei momenti in cui si ha assolutamente bisogno di qualcosa di goloso e anche non troppo sano.... a me succede, a volte resisto, ma nella maggiorana dei casi è inutile, devo addentare quale qualcosa di godurioso. 
Ecco in queste situazioni questa ricettina veloce veloce e facile viene in mio aiuto..... Si tratta di un impasto fatto con riso soffiato al cioccolato, un pò di burro e Mars (sì avete capito bene!! proprio le barrette super-caloriche e super ricche di cioccolato e caramello). la preparazione è davvero semplice si ottiene una sorta di torta dura che poi si taglia in barrette.... buonissime!!!
Conosco questa ricetta da tantissimi anni, la preparavamo a casa con mia mamma credo già quando facevo la scuola media, mi ricordo che era stata una alunna di mia mamma a darle la ricetta e tante volte è stata la nostra merenda della festa. 


Ingredienti:

1 confezione di riso soffiato al cioccolato
60 grammi di burro
5 barrette Mars (al supermercato le vendono in confezioni da 5)


In un pentolino capiente mettere il burro a tocchetti e i mars tagliati a pezzetti. Sciogliere a fuoco basso. Il composto deve raggiungere una consistenza liscia, senza grumi, che tende a staccarsi dai bordi.
Mettere i  cereali in una ciotola capiente, aggiungere il composto fuso di mars e burro e mescolare con energia. Il riso deve coprirsi completamente e diventare bello lucido. versare in una teglia rettangolare e livellare bene la superficie con il dorso di un cucchiaio.


Lasciare raffreddare bene, tagliare a rettangoli lunghi e stretti e servire. 
Le barrette incartate in carta stagnola possono essere anche una golosa idea per la merenda di scuola!




martedì 3 settembre 2013

Torta con noci brasiliane, pere e crema di cioccolato e nocciole al profumo di cardamomo

Eccomi di nuovo operativa dopo una lunga pausa marina..... non che le mie vacanze siano state lontano dai fornelli ma....io avevo bisogno di una pausa dalla tecnologia e le mie ricette estive le ho condivise con la mia famiglia.
Si ricomincia.... scuoletta del bimbo, ufficio, mille cose come sempre per tutti..... quindi meglio addolcire il rientro con una torta golosa ma leggera. I semi di cardamomo hanno un profumo intenso, se vi piace amerete questa torta. Se invece non lo gradite, eliminatelo ed otterrete lo stesso una torta morbida e fragrante.
Buon inizio di settembre a tutti!!!



Ingredienti

120 grammi di noci brasiliane
200 gr zucchero di canna
3 pere piccole
1 seme di cardamomo (l'interno)
250 gr farina 0
3 uova
1 bustina di lievito
qualche cucchiaino di crema di cioccolato e nocciole (vedi ricetta)


Nel mixer frullare le noci brasiliane con lo zucchero ed i semi di cardamomo fino ad ottenere un impasto cremoso (circa 10 minuti). Aggiungere le perine lavate, private del torsolo e tagliate a pezzetti, frullare bene. Aggiungere le uova, poi la farina setacciata con lo lievito.
Versare il composto in una tortiera di 22 cm di diametro. Aggiungere la crema di cioccolato e nocciole a cucchiaiate.


Infornare in forno già caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. Verificare la cottura con lo stecchino.
Lasciare raffreddare, sformare e servire decorata a piacere con zucchero a velo. Una torta profumata, morbida e golosa... per chiudere il vostro pasto o per cominciare la giornata con energia!