sabato 17 agosto 2013

La torta magica al cacao senza latticini

Ecco un'altra ricetta che non potevo non provare: la torta magica..... chiunque si diletti a cercare o curiosare nella rete, in questa estate ne ha avrà trovate decine di versioni diverse: la torta magica tradizionale, quella con il cocco, quella al cacao, cocco e vaniglia,  cocco e cacao.... infinite combinazioni tutte invitanti e da provare.  Solo a vedere le immagini che rivelano i tre strati di consistenze diverse che si creano con la cottura di questa torta mi faceva venire una gran voglia di affondare i denti in questa morbida e fresca bontà. Certo rimane il fatto che io in questo periodo non posso mangiare il latte e i suoi derivati..... io e tutti gli intolleranti dovevamo rinunciare a questa bontà? Io ho pensato di no... e quindi ecco come nasce la mia versione della torta magica al cacao senza latte e senza i suoi derivati.




Ingredienti

65 gr farina 0
50 gr di cacao amaro
165 gr zucchero di canna
4 uova
500 ml latte di soia
125 gr margarina bio senza grassi idrogenati
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di acqua
1 cucchiaio di succo di limone


Queste dosi sono perfette per una tortiera quadrata di 20 cm per 20 cm. Io non l'avevo e ne ho usata una rettangolare 20cm per 25 cm..... ma la prossima volta mi procurerò quella della dimensione adatta  o uno stampo da plumcake, infatti i tre strati magici saranno più consistenti se lo spessore della torta è maggiore.
Prima di tutto fondere la margarina a fuoco basso e lasciarla raffreddare. Separare i rossi d'uovo dagli albumi. Montare i tuorli con lo zucchero  di canna fino ad ottenere una consistenza spumosa e gonfia (circa 10 minuti). Aggiungete il cucchiaio di acqua, il pizzico di sale e la margarina fusa. Montare bene gli ingredienti tutti insieme.
Setacciare la farina ed il cacao insieme ed aggiungerli al composto di uova continuando a mischiare per ottenere un composto liscio. Aggiungere a filo il latte di soia intiepidito (ma non caldo).
Montare gli albumi con il cucchiaio di succo di limone. Aggiungere i bianchi d'uovo montati a neve al composto mescolando delicatamente dall'alto verso il basso.
Ricoprite la teglia che userete con carta da forno bagnata e strizzata. Versate il composto e infornate in forno già caldo a 150 gradi per 80 minuti. togliere la torta dal forno e lasciare raffreddare a temperatura ambiente, quando la torta è fredda lasciare riposare in frigo almeno 2 ore.  Tagliare a quadrotti e servire decorata a piacere con zucchero a velo o cacao zuccherato.



sabato 10 agosto 2013

Spaghetti di riso di Kung fu Panda


Il nome di questa ricetta arriva da mio figlio che da quando ha visto i film di Kung Fu Panda chiama qualsiasi tipo di pasta orientale “spaghetti di kung Fu”. Si tratta in realtà di una versione casalinga degli spaghetti di riso saltati in padella. Questa che vi propongo è la versione base, a piacere si possono unire gamberi saltati velocemente in padella oppure piccoli straccetti di vitello o di pollo sempre saltati in padella e sfumati con poca salsa di soia. 
Per questo piatto io non ho utilizzato i classici spaghetti di riso super sottili che si trovano ormai in qualsiasi supermercato ma una versione un po’ più grande (sono veri e propri spaghetti che trovo nei negozi di prodotti orientali della mia città). Naturalmente ciascuno può utilizzare quelli che preferisce o. Se vi piacciono vanno bene anche gli spaghetti di soia.






Ingredienti per 4 persone

250 spaghetti di riso
3 zucchine fresche e sode
1 cipolla rossa
3 carote
2 uova
olio di semi di girasole
salsa di soia
salsa di pesce (facoltativa, si trova in tutti i negozi di prodotti etnici)


Lavate le zucchine, sbucciate le carote e la cipolla, e riducete tutte le verdure a quadrotti piccoli. Rosolate la cipolla in una padella larga o in un wok, fino a quando non sarà dorata. Aggiungere le carote e gli zucchini e far cuocere. Quando le verdure saranno ben rosolate e morbide sfumare se piace con 3 cucchiai di salsa di pesce (no nella versione vegetariana) altrimenti con 2 cucchiai di salsa di soia. Spegnere il fuoco, versare le verdure in un piatto fondo,  tenere da parte. Nella stessa padella versare 1 cucchiaio di olio di semi di girasole e cuocere le uova  dopo averle leggermente sbattute, devono essere strapazzate.  Aggiungere le verdure alle uova, aggiustare di sale se necessario e tenere tutto in caldo.
Mentre preparate le verdure, mettere a scaldare l’acqua per cuocere gli spaghetti. Al bollore salare l’acqua e  buttare la pasta. Cuocere secondo le istruzioni riportate sulla confezione (la mia cuoce circa 6  minuti). Scolare gli spaghetti di riso e sciacquarli abbondantemente con acqua fredda. Versare gli spaghetti nella padella delle verdure, aggiungere 4-5 cucchiai di salsa di soia  e saltare la pasta a fuoco medio con il condimento fino a quando non risulterà ben condita e calda. Servire calda.
Un piatto veloce e colorato che di solito è molto gradito anche dai più piccoli.




giovedì 8 agosto 2013

I Fiori di zucca a modo mio


Eccomi di nuovo qui… lo so da qualche giorno sono assente, ma anche per me è arrivato il momento delle vacanze e non tutti i giorni riesco a essere con voi. Ma tranquilli non mi allontano dai fornelli e appena riesco vi racconto le mie ricette dell’estate. Oggi vi propongo una ricetta della mia nonna! Ci sono ormai decine e decine di ricette per cucinare i fiori di zucca fritti. Chi li fa in patella con la birra, chi in pastella lievitata con lo lievito madre; chi ripieni di mozzarella e acciughe, chi ripieni di salumi e formaggio….. e sono tutte sublimi, golose e goduriose. Io qui vi propongo una versione molto più semplice, la prima che ho mangiato io, che mi preparava la mia nonna d’estate dopo aver raccolto dall’orto i fiori di zucca grandi, colorati e bellissimi. Nella sua semplicità per me è la versione migliore, sarà il sapore del ricordo ma… non ha rivali!






Ingredienti per 4 persone

16 fiori di zucca grandi e sani
3 uova
pangrattato quanto basta per impanare
olio evo
sale


Lavate e asciugate bene i fiori di zucca, se non vi piace togliete il pistillo all’interno, altrimenti si può mangiare (io lo tolgo perché a mio figlio non piace). Quando i fiori saranno ben asciutti procedere come per le bistecche impanate: sbattere le uova in una ciotola ampia immergere i fiori pochi per volta e poi passarli bene nel pangrattato. La panatura va fatta con cura in modo che i fiori risultino belli croccanti.
In una padella larga scaldare abbondane olio evo (non devono cuocere in olio fondo ma la pentola deve essere completamente velata), friggere i fiori di zucca pochi per volta su entrambi i lati. Scolare su un foglio di carta assorbente, salare a piacere e servire caldi….. vi assicuro che i vostri commensali potrebbero volerne mangiare molto più di 4 a testa! J J


lunedì 5 agosto 2013

Humus

Ciao a tutti, oggi vi propongo una ricetta chela maggiorparte di noi ha cominciato ad apprezzare con la diffusione dei ristoranti etnici: l'humus, piatto semplicissimo che ben si accompagna con verdure e buon pane e che solitamente incontra i favori di tutti. Anche i più reticenti alla cucina etnica, infatti, di solito trovano in questo piatto sapori noti e avvolgenti.
A me l'humus piace moltissimo.... lo mangio così a cucchiaiate!.Mi piace sul pane, mi piace tantissimo con le verdure crude e mi piace anche come accompagnamento ad altri piatti. Vi lascio la mia ricetta... che più o meno è come quella che troverete in tanti posti. Io non esagero nè con la Thaina né con l'aglio perchè nessuno dei due sapori sia invadente rispetto a quello dei ceci.



Ingredienti per 4 persone

350 gr di ceci già lessati (vanno benissimo anche quelli conservati)
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di Thaina (crema di sesamo)
1 bicchiere di acqua di cottura dei ceci (o brodo vegetale leggero se si usano ceci in scatola)
olio di semi di girasole
sale quanto basta
paprica a piacere

Mettere i ceci lessati nel mixer, aggiungere lo spicchio di aglio schiacciato con lo schiaccia aglio, la Thaina. Frullare il tutto a lungo fino a ottenere una crema, aggiungere 2 cucchiai di olio di semi di girasole e tanta acqua quanto basta ad ottenere un impasto liscio e morbido (deve essere sfaldabile), aggiustare di sale. Servire in un'unica ciotola cosparso di paprica oppure in piccoli bicchierini, magari di vetro, decorati a piacere. Per me la paprica ci va sempre...... ;)

domenica 4 agosto 2013

Insalata di Cuscus di grano saraceno con trombette e pomodoro fresco

Ciao a tutti! oggi sono particolarmente felice di pubblicare questa semplice e veloce ricetta per i vostri pranzi estivi. Infatti Questa ricetta è di mio figlio!! Questa mattina mentre mettevamo in ordine la sua stanza abbiamo ritrovato un libro di ricette per bimbi che gli avevo regalato tempo fa e che a lui piace moltissimo.... così mi ha detto "ne facciamo una?"... Certo.... ma bisognava vedere se avevamo gli ingredienti. Mio figlio ha studiato un pò le varie ricette e poi mi ha proposto questa "insalata di cuscus con zucchine e carote e cetrioli"..... peccato avessi in casa solo zucchine trombette e pomodori freschi. Così abbiamo pensato di farne una nostra versione. Armato di grembiule e coltello il mio cucciolotto si è messo a tagliare le verdure a preparare tutto il necessario. La ricetta è semplice, gli ingredienti estivi... ma non nego che il suo sapore per me è stato eccezionale perché preparato a quattro mani con il mio bimbo.

ingredienti per 4 persone

250 gr cuscus di grano saraceno
12 pomodorini pachino
2 lunghe zucchine trombetta
1 spicchio di aglio
qualche foglia di menta
qualche foglia di basilico
olio evo

Lavate e spuntate le zucchine, riducetele tocchetti piuttosto piccoli. Cuocere le trombette in una larga padella con 2 cucchiai di olio evo e mezzo spicchio di aglio, a fuoco vivo fino  a quando saranno ben rosolate. Spegnere il fuoco e lasciare raffreddare. Lavate i pomodori e tagliateli in quattro, metterli in una ciotola, condire con un cucchiaio di olio evo, sale, il basilico e la menta, e la metà rimasta dello spicchio di aglio. Lasciare insaporire mentre preparate il cuscus.
Portate a bollore 250 ml di acqua con un cucchiaio di olio evo. Salatela al bollore. Aggiungete il cuscus, mescolare bene, spegnere il fuoco e lasciar cuocere per 5 minuti coperto. Trascorsi i 5 minuti sgranare il cuscus con una forchetta e metterlo in una insalatiera capiente conditelo con un filo di olio evo e lasciate raffreddare. Unire le zucchine trombetta e i pomodori. Regolate di sale e aggiungete un pò di olio evo se necessario. far riposare in frigo  fino al momento di servire.




sabato 3 agosto 2013

Pesto di Zucchine Vegano e Premio

Buongiorno!! oggi vi propongo un'altra ricetta che va molto molto di moda quest'estate sulla rete! Anche in questo caso ho cercato di prendere spunto dalle tante idee che ho letto per arrivare alla mia versione... Vegana! Tutte le ricette che ho visto, infatti, variano nella scelta di usare zucchine crude o cotte, nell'impiego di pinoli o altra frutta secca, ma inevitabilmente prevedono come per il pesto tradizionale l'uso di formaggio grana o parmigiano, oppure ancora pecorino o altri formaggi stagionati.... Volendo un prodotto vegano ho rinunciato a questo ingrediente ma vi assicuro che il sapore non ne ha perso nulla!! per me è stato una vera scoperta, un condimento per la pasta saporito , fresco e leggero... che a mio parere può avere mille altri impieghi: può essere usato per fresche e deliziose tartine, come salsa per i panini o gli hamburger, come accompagnamento a un bel pesce al cartoccio.... insomma più ci penso più mi sembra che sia una golosa risorsa da tenere sempre pronta!

Questo post è anche l'occasione per condividere con voi una bellissima novità!! Inatteso è arrivato per il mio blog un nuovo premio!!!!! As attribuirmi il premio Bolg Affidabile al 100% è stata in questo  post  la cara Erica di http://lacuocherellona.blogspot.it un blog meraviglioso pieno di ricette intriganti che seguo sempre con tanto interesse. Il premio è un riconoscimento che mi rende davvero molto felice. Questo blog è piccolino ma è molto importante per me, ci sono la mia cucina, i miei affetti, tutte le cose importanti della mia vita. 

Il Blog Affidabile

Il premio Blog Affidabile si attribuisce a blog che rispettino queste semplici regole:

1. è un blog aggiornato regolarmente
2. mostra la passione autentica del blogger per l'argomenti di cui scrive
3. favorisce la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori
4. offre contenuti ed informazioni originale
5. non è infarcito di troppa pubblicità

Ringrazio di cuore Erica per aver visto tutto ciò nel mio blog che è parte di me Quando ho aperto questo blog era da molto tempo che ci pensavo, temevo però che il poco tempo libero non mi avrebbe permesso di curarlo adeguatamente. Poi mi sono decisa, e tutto è capitato in un momento molto particolare della mia vita, anche in cucina, più che mai sto cercando di allargare i miei orizzonti e piano piano imparare a curare con gusto il corpo e l'anima. Piatti golosi e prelibati infatti fanno stare bene, prepararli con attenzione agli ingredienti e consapevolezza aiuta a fare stare bene anche il nostro corpo.

Come hanno fatto altre e altri blogger prima di me, e da ultima Erica, ora sono io ad indicare alcuni blog che ritengo rispecchino questi criteri e che si meritino questo premio.

1. il primo è thekitchennook.blogspot.it della mitica Francesca
2. il secondo è federico2ndgenuineitalian.blogspot.it della bravissima Claudia
3. il terzo è ilsaporedelsale.blogspot.it della creativa Chiara
4. il quarto è lapanciadellupo.blogspot.it di Chiara

Non è stato facile decidere perchè nel mio girovagare fra i tanti blog ho trovato tanti punti di riferimento e tanti blog molto validi.

Ora la scelta passa agli altri.....

A me solo il compito di raccontarvi la mia ricetta....







Ingredienti per un barattolo da 500 gr

300 gr di zucchine fresche piccole e sode
80 gr di nocciole tostate
1 spicchio di aglio piccolo (o metà)
20 foglie di menta
10 foglie di basilico
1 rametto di origano fresco
olio evo quanto basta
sale quanto basta

La ricetta è davvero veloce e semplicissima: lavare le zucchine, spuntarle e tagliarle a tocchetti. Nel mixer frullare l'aglio con le nocciole fino a renderle una granella abbastanza fine, aggiungere le zucchine a tocchetti, la menta, il basilico, l'origano fresco e frullare il tutto fino ad ottenere una crema abbastanza liscia. Aggiungere a filo 2 cucchiai di olio evo e il sale. Mettere il pesto in un contenitore a chiusura ermetica, coprire con un filo di olio evo e  conservare in frigo.



Io ho usato il pesto subito per condire la pasta. Ho lessato al dente in acqua salata 500 gr di fusilli e li ho conditi con questo pesto e appena un goccino di olio evo..... la cena è stata un vero successo!!! Piatto molto profumato e saporito ma leggero e molto estivo.


giovedì 1 agosto 2013

Torta Nua .... perchè gli intolleranti devono stare senza??

Se un pò siete abituati a cercare ricette in rete vi sarete accorti che negli ultimi mesi ha spopolato la torta Nua, una specie di torta margherita farcita di crema prima della cottura, si trova in tante versioni diverse chi usa solo crema pasticcera, chi crema pasticcera classica ed al cioccolato, chi crema e nutella.... Ma non ho mai visto una versione che possa essere mangiata dagli intolleranti al latte o cmq da chi per motivi diversi non può magniare le proteine del latte (come me in questo momento!!!!!). Così ho deciso di provare una mia versione.... che ha riscosso successi con grandi e piccini.




Ingredienti per una tortiera di 20 cm di diametro

Per la crema

1 uovo
500 ml latte di soia
50 gr zucchero di canna
40 gr farina 0
cannella a piacere
zenzero a piacere

circa 200 gr crema nocciole e cioccolato (vedi ricetta qui)

Per la torta

200 gr zucchero di canna
2 uova
150 ml di latte di soia
2 cucchiai di olio di semi di girasole
200 gr farina 0
1 bustina di lievito per dolci

A piacere zucchero a velo per decorare.

Preparare la crema con un pò di anticipo in modo che sia ben fredda e soda quando la utilizzate. Montate l'uovo con lo zucchero fino a renderlo ben spumoso. Nel frattempo fate scaldare il latte di soia. Aggiungete la farina all'uovo e montate ancora, aggiungere a filo il latte caldo sempre montando la crema. Rimettere il tutto sul fuoco basso, aggiungere la cannella e lo zenzero (se piace), e cuocere  mescolando fino a quando non si addensa (circa 10 minuti). Lasciare raffreddare bene e trasferire in frigo fino al momento di usare.
Per la torta: montare le uova con lo zucchero fino a renderle ben gonfie e spumose. Aggiungere la farina setacciata con lo lievito e a filo i due cucchiai di olio di semi di girasole. Aggiungere il latte di soia, il composto deve risultare morbido ma non liquido, quindi valutate voi se aggiungere tutto il late di soia o solo una parte. Io ho utilizzato due uova piccoline e mi è servito tutto.
Versare il composto in una tortiera foderata di carta da forno. A questo punto tirare fuori la crema pasticcerà di soia e versarla a cucchiaiate sulla torta (non vi servirà tutta se usate uno stampo di 20 cm di diametro.. quella avanzata potete usarla per altre preparazioni come piccole tartelle di frolla con crema e frutta). Aggiungere anche la crema di nocciole e cioccolato sempre a cucchiaiate ( anche in questo caso valutate voi se è necessario metterla tutta). Non dovete preoccuparvi di coprire le creme con l'impasto, durante la cottura affonderanno da sole.
Cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 40 minuti. Vale la prova stecchino. Far raffreddare, sformare e decorare a piacere con zucchero a velo. A mio parere in questa stagione è buona servita fresca dopo un qualche ora di frigo.