sabato 24 ottobre 2015

Crema di zucca profumata allo zenzero con nocciole croccanti e erbe aromatiche

Chi non ha la sua ricetta per la vellutata di zucca??? negli ultimi anni è diventa un vero e proprio tormentone, appena i mercati si riempiono di queste meravigliose delizie e la temperatura scende, le nostre tavole si rallegrano con questa crema colorata e confortante.... e pensare che quando ero piccola la zucca si usava solo per preparare la torta con gli amaretti e il cioccolato, Non c'era verso che io e mia sorella accettassimo di mangiarla in nessn'altra preparazione. Oggi invece adoro questo prodotto dell'autunno e lo mangio in mille modi, cotto al forno, glassato in padella, nelle polpette, nel risotto.... e ovviamente nella versione minestra!
Io preparo la crema di zucca sempre in modi diversi, l'unica regola ce rispetto sempre è che la zucca deve essere l'ingrediente preponderante rispetto a tutti gli altri, sopratutto alla patata se la metto, perchè mi piace che il suo sapore spicchi, che il colore sia arancione carico.
La versione che ho preparato l'altra sera aggiunge il carattere dello zenzero, la nota croccante ma gentile delle nocciole piemontesi e il brio di rosmarino, salvia e menta.



Ingredienti per 4 persone

500 gr di zucca pulita
2 porri piccoli (io avevo quelli di Cervere!!!)
2 patate medie
1 carota media
1 gambo di sedano
brodo vegetale (per me preparato con sedano, carota, cipolla chiodo di garofano, un granello di pepe nero)
1 cm di zenzero fresco (o meno secondo i gusti)
30 gr di nocciole piemontesi tostate ridotte a granella grossa (io le taglio a coltello)
mix di rosmarino, salvia e menta secche
olio evo
pepe a gusto

Io ho aggiunto crostini di focaccia alle olive per guarnire..... questo per incoraggiare mio figlio al consumo della minestra!!

Tagliate il porro, il sedano e la corota puliti a piccoli cubetti e slasciateli soffriggere con un cucchiaio di olio evo nella pentola dove cuocerete la minestra insieme allo zenzero tritato molto finemente. Aggiungete la zucca tagliata a tocchetti e le patate sbucciate e tagliate a tocchetti, lasciate insaporire qualche istante poi coprite il tutto con il brodo vegetale caldo(controllate che il brodo sia giusto di sale).
Lasciate cuocere il tutto a fuoco basso per circa 30 minuti. Se avrete tagliato tutte le verdure a tocchetti piccoli sarà più che sufficiente come tempo, vi accorgerete che le patate e la zuccha cominceranno a disfarsi nel brodo.
A questo punto passate la crema al passa verdure per ottenre una crema omogena e liscia (se non avete tempo usate il frullatore ad immersione ma sappiate che la patata frullata tende a diventare collosa, qui non ce ne è molta quindi non compromette troppo il risultato finale). Se desiderate un effetto più da vellutata che da crema questo è il momento in cui potete aggiungere 200 ml di panna di soia o di riso (o panna di latte se la gradite). Personalmente preferisco la versione più semplice ma aggiungendo la panna vegetale otterrete una vellutata molto delicata.
Impiattare e arricchire ciascun piatto con la granella di nocciole, il mix di rosmarino, salvia e menta, e una generosa macinata di pepe (se vi piace).