mercoledì 13 novembre 2013

Risotto invernale con cavolo nero, porri e pinoli

Il cavolo nero è un ortaggio che io ho scoperto in Toscana, solo a pensarci mi vengono in mente tutte quelle zuppe dense e profumate che preparano durante l’inverno nelle trattorie toscane…
Qui in Piemonte, fino a pochi anni fa era impossibile trovarlo ed anche adesso non è così facile. Ma al mercato dai contadini e in alcuni negozi si trova e è entrato a far parte delle verdure invernali.
Così questa settimana, complice l’arrivo del primo freddo, ho deciso che era il momento di iniziare a preparare qualche ricetta con questo meraviglioso ingrediente. Nasce così questo risottino, leggero e ricco di sapore.  La mia versione è veg, senza nessun tipo di latticino ma se a voi piacciono e potete mangiarli…. una bella e abbondante grattata di parmigiano o meglio ancora di pecorino non guasta affatto, anzi!



Ingredienti per 2 persone

5 pugni di riso carnaroli (io della mia riseria di fiducia)
3 foglie di cavolo nero
½ porro
½ bicchiere di vino bianco (io Falanghina)
2 cucchiai di pinoli
brodo vegetale (circa 3 volte il volume del riso)
olio evo

Lavare le foglie di cavolo e pulire e lavare il porro. Ridurre il porro a rondelle sottilissime. Ridurre il cavolo a striscioline sottilissime.
In una padella adatta a cuocere il risotto, scaldare 3 cucchiai di olio evo aggiungere il porro e il cavolo nero e lasciare stufare a fuoco medio, aggiungere i pinoli e saltare tutto in padella. Lasciate cuocere per circa 10 minuti abbassando la fiamma. A questo punto aggiungere il riso e lasciatelo tostare bene, rigirando con un cucchiaio di legno. Sfumare con il vino bianco a fuoco vivo. Aggiungere il brodo, mescolare con un cucchiaio di legno, abbassare la fiamma e lasciare cuocere, mescolando di tanto in tanto fino a cottura circa 15-18 minuti a seconda del riso. Io preferisco procedere così…. È il modo di fare il risotto di mia mamma, di mia nonna e delle donne delle cascine vercellesi. Se preferite potete versare il brodo poco per volta e girare il risotto molto frequentemente.
A cottura ultimata, coprire il risotto e lasciatelo riposare un minuto. Servire con una abbondante macinata di pepe, se vi piace.