martedì 2 luglio 2013

Pesce persico in crosta di nocciole e zenzero con friggitelli



Il pesce lo cucino pochissimo... mi piace, mi piace molto ma da buona piemontese non ho una grande dimestichezza con il prodotto.Quando ero piccola l'unico pesce che si preparava in casa di frequente era il merluzzo in umido con la polenta oppure le acciughe al verde. via via anche mia mamma si era avventurata a provare qualcosa di nuovo e quindi il polipo, il pesce spada, il salmone fresco sono entrati nella nostra alimentazione.
Io cerco di spaziare ma certo non cucino pesce tante volte quante avrei voglia di mangiarlo....
Ieri sera però era una di queste volte. Ho preparato un filetto di pesce persico al forno in crosta di nocciole e zenzero.... per non farlo nel solito modo con pangrattato e prezzemolo. Accompagnato da friggitelli saltati in padella con uno spicchio di aglio. Piatto ricco di sapori ma molto leggero.
Il pesce persico è un pesce molto facile da cucinare, è molto carnoso ed ha un sapore delicato che piace anche ai bambini sopratutto in questa versione in cui la crosticina ricorda vagamente la panatura del fritto pur essendo cotto al forno. I filetti piuttosto grossi sono venduti già puliti e privi di spine... anche questo aiuta con i bambini. 


Ingredienti per 4 persone

1 filetto di pesce persico da 800 gr circa
600 gr di friggitelli
3 cucchiai di pangrattato
50 grammi di nocciole tritate
2 ciuffetti di basilico
zenzero fresco 
aglio
olio evo

Lavate e asciugate bene il filetto di pesce persico adagiatelo su una teglia ampia appena unta di olio evo. Mescolate il pane grattuggiato con uno spicchio di aglio tagliato a fettine (così i commensali potranno evitare di mangiarlo), le nocciole tritate, il basilico tagliato al coltello e lo zenzero grattugiato (calcolate un pezzetto di circa 8-10 grammi se vi piace il sapore intenso altrimenti anche meno), mescolare bene. Usare questo impasto per cospargere abbondantemente la superficie del pesce. Io non ho aggiunto sale anche se il pesce persico non è un pesce molto saporito perchè le nocciole, lo zenzero e il basilico profumano comunque a sufficienza la preparazione, se volete però potete aggiungere un pizzico di sale alla panatura. Versare a filo 2 cucchiai di olio evo sul pesce e infornare, in forno caldo a 200 gradi per circa 25-30. 


Molto dipende dalla grandezza del filetto e dal suo spessore. Quando cominciate a sentire il profumo del pesce diffondersi nella vostra cucina meglio controllare perchè non diventi troppo secco. La panatura deve risultare croccante ma la carne deve essere umida e morbida.


 Mentre il pesce cuoce, preparare i friggitelli. I friggitelli sono dei peperoni tipici del sud che hanno un sapore eccezionale, molto più corposo dei peperoni Piemontesi.... che sono buonissimi ma per altri usi.... 
Lavare i friggitelli e asciugarli benissimo (dovendoli cuocere in olio caldo eviteremo spruzzi di olio bollente tutt'altro che piacevoli). Preparare una padella larga in cui metterete a scaldare 2 spicchi di aglio  con 4 cucchiai di olio evo. Quando l'olio sarà caldo aggiungere i friggitelli interi e cuocere a fuoco medio, devono sfrigolare bene e friggersi, ma allo stesso tempo devono avere il tempo di cuocersi bene anche all'interno altrimenti risulteranno un pò indigesti.
Quando il pesce e i friggitelli saranno pronti servire a ciascuno dei vostri ospiti un trancio di pesce accompagnato da qualche friggitello.