venerdì 10 maggio 2013

Asparagi gratinati con pancetta, crostini e roquefort


Oggi in pausa pranzo con alcuni colleghi siamo andati in un posto che ricordavamo piacevole e buono..... ma oggi non era decisamente in giornata e il mio tortino di costine con contorno era uno dei piatti più tristi che mi ricordi di aver mangiato. Così mi è rimasta la voglia di mangiare qualcosa di buono, saporito e bello da vedersi.
Mio marito non ama gli asparagi che a me invece piacciono da morire.... ma sapevo che proponendoli in una versione riccamente agghindata li avrebbe graditi anche  lui.  Ecco quindi come nasce l'idea del piatto di questa sera: dalla mia voglia di un piatto buono e della necessità di presentare in maniera un pò nascosta gli asparagi a mio marito.






Ingredienti per 4 persone:

 500 gr asparagi
un rametto di timo
erba cipollina fresca quanto basta
2 fette di pane del giorno prima
150 gr pancetta in una sola fetta
100 gr roquefort
2 cucchiai di panna da cucina

Pulire gli asparagi (io non taglio il gambo ma sbuccio la parte finale in modo che possa cuocere uniformemente con il resto) e cuocerli legati a mazzetto in una pentola con acqua calda salata (meteteli dritti in modo che le punte non siano coperte di acqua ma che cuociano con il vapore).

Accendere il forno a 200 gradi, nel frattempo rosolare in padella la pancetta tagliata a cubetti insieme a un rametto di timo. Quando la pancetta è ben rosolata aggiungere il pane tagliato a cubetti e far dorare.







Scolare gli asparagi, adagiarli su una teglia o una pirofila appena unta con olio evo. Cospargere con il composto di pane e pancetta e con l'erba cipollina tagliata finemente in quantità a piacere secondo i gusti.



Infornare per circa 15 minuti.


Mentre gli asparagi cuociono nel forno mettere in un pentolino il roquefort a tocchetti insieme alla panna e fondere a fuoco lento, fino ad ottenere una crema morbida.
Sfornare e nappare gli asparagi con la salsina al formaggio. Servire come contorno sostanzioso o come piatto unico.