mercoledì 1 maggio 2013

Kinder Colazione più


Ecco...ecco il mio primo post!!!! E' davvero tanto tanto tempo che desidero avere un mio blog.... un mio blog di cucina.
Non sono una cuoca...anzi nella mia vita faccio tutt'altro. Sono uno dei tantissimi precari dell'Università.... mi occupo di economia cognitiva.  Le mie giornate sono piene di libri, lezioni, riunioni, progetti e mille e un lavoro diverso da fare per tenersi le porte aperte e non vedersi volare via grandi occasioni...
La cucina è il mio rifugio, il mio modo di dire ti voglio bene alla mia famiglia ed ai miei amici, la mia valvola di sfogo quando ho bisogno di tornare con i piedi per terra, un momento in cui sogni e realtà possono coincidere.

In questo giorno di festa avevo voglia di fare due cose: esaudire il desiderio di mio figlio che mi chiedeva di fare per lui una versione casalinga delle kinder colazione più e..... volare lontano alla ricerca dei sapori etiopi assaggiati più volte in un meraviglioso ristorante africano di Amsterdam quando andavamo a trovare il nostro amico Riccardo.

Con queste ricette comincio la mia avventura nella rete.....









Mio figlio, come il suo papà, va matto per le merendine confezionate.... Ora, siccome io credo che siamo quello che mangiamo cerco di ridurre al minimo il consumo di cibi confezionati, cercando di proporre una cucina varia, saporita e golosa ma il più possibile sana almeno a casa....lasciando libero accesso alle "schifezze", quando siamo in giro.
Così ho cercato un pò in giro una ricetta che mi convincesse per preparare in casa una versione delle kinder colazione più che a mio figlio piacciono tanto.
La ricetta da cui sono partita è quella di Coccole e Pasticci che io ho modificato secondo il mio gusto perché da quando ho letto come vengono prodotti la farina 00 e lo zucchero bianco, ho deciso di eliminarli completamente dalla mia cucina. I sostituti non mancano né per la farina 00 che per lo zucchero bianco.


Per l'impasto delle Brioches

150 gr farina di semola rimacinata
150 gr farina ai 5 cereali
70 gr farina di riso
70 grammi amido di mais
100 grammi di zucchero di canna (la quantità di zucchero rispetto alla ricetta originale è leggermente più alta perché lo zucchero di canna dolcifica leggermente di meno, ma ha un leggero aroma di caramello che a me piace moltissimo)
un pizzico di sale
2 uova
1 cucchiaio di cacao amaro
1 cucchiaio di orzo solubile 
150 ml latte
100 gr mascarpone (la ricetta originale usa metà panna e metà burro, a mio parere il mascarpone regala all'impasto una consistenza compatta e fragrante che a me piace moltissimo! provate a usarlo al posto del burro per fare la classica torta margherita!!!)
1 cubetto di lievito di birra

Per la farcitura

200 ml panna da montare
50 gr mascarpone
1 cucchiaio orzo solubile
1 cucchiaio di acqua
1 cucchiaio cacao amaro
1 cucchiaio di zucchero di canna

50 gr cioccolato bianco per decorare


Procedimento

In una ciotola mischiare le farine, lo zucchero, il sale. Scavare un buco al centro e aggiungere le uova e il mascarpone. Sciogliere lo lievito di birra, il cacao e l'orzo solubile nel latte appena tiepido. Aggiungere alle farine e mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio.
Coprire la ciotola con un piatto e lasciare lievitare per qualche ore (almeno 4-5). 
Stendere l'impasto in una teglia rettangolare foderata di carta da forno, coprire e lasciar lievitare ancora circa 30 minuti. Informare in forno caldo a 180 gradi per circa 25 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino.
Sformare la torta su una griglia e lasciare raffreddare completamente.

Mentre la torta raffredda preparate la farcitura montando a neve ferma la panna, aggiungete il mascarpone, lo zucchero, il cacao, e l'orzo solubile sciolto in un cucchiaio di acqua.  Deve risultare un crema liscia e consistente.

A questo punto bisognerebbe tagliare la torta in tre strati.... ma se come me non avete la pazienza... accontentatevi di due!!!






Farcite la torta con la crema preparata, richiudete e mettete in frigo a riposare per circa 30 minuti.
Togliere la torta dal frigo tagliare in rettangoli regolari.
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco (io ho usato quello al latte avanzato dalle uova di Pasqua ma quello bianco permette un effetto più vicino alla decorazione originale).
Con una forchetta intinta nel cioccolato fare delle piccole strisce su ciascuna brioches....
A mio papere perché il risultato sia migliore meglio mangiarle dopo che hanno riposato per qualche ora in frigo perché il profumo dell'impasto e il sapore della crema si amalgamano di più.